L’Associazione Ellenofona “Jalò tu Vua” di Bova Marina (RC) opera in difesa della cultura della Calabria grèka dal 1972.

Ha sempre posto grande impegno nella trasmissione della lingua alle nuove generazioni, e la situazione attuale dimostra l’importanza di tale opera. Il numero dei parlanti, infatti, già ridotto a poche centinaia di persone, per lo più di età avanzata, si riduce ulteriormente giorno per giorno e solo grazie all’attività del “Ddomàdi greko”, finalmente, si colgono segnali concreti di inversione di tendenza.

La nascita di un gruppo di giovani appassionati, che usano quotidianamente, fluentemente, il greco di Calabria, rappresenta infatti un forte segnale di incoraggiamento e di speranza per il futuro della lingua. L’associazione ritiene che occorra continuare su questa strada, incrementando gli sforzi verso l’obiettivo strategico di ampliare il numero dei parlanti.

In quest’ottica, per il quinto anno consecutivo, organizza la scuola estiva di lingua, rivolta a quanti vogliono avvicinarsi a questo straordinario mondo e alla sua cultura.

Si tratta di un corso intensivo di greco di Calabria, strutturato in 3 livelli, il primo per principianti, il secondo e il terzo di approfondimento, rivolti a chi ha già competenze linguistiche.

Anche quest’anno si terrà una sezione dedicata ai bambini di età scolare.

Ogni giorno, inoltre, con il contributo di validi studiosi, saranno affrontate tematiche culturali inerenti alla realtà calabro-greca e saranno organizzate escursioni sul territorio.  

La quota di iscrizione è di EURO 30,00  -  Bambini GRATIS

 

L'indirizzo dove si terranno tutte le attività:

Centro Giovanile Padre V. Rempicci - Via Peripoli - 89035 Condofuri Marina  (RC) - Italy

                    

 iscriviti

 

programdef                 iscritti

 

 

L’Associazione Ellenofona “Jalò tu Vua” di Bova Marina (RC) opera in difesa della cultura della Calabria grèka dal 1972.

Ha sempre posto grande impegno nella trasmissione della lingua alle nuove generazioni, e la situazione attuale dimostra l’importanza di tale opera. Il numero dei parlanti, infatti, già ridotto a poche centinaia di persone, per lo più di età avanzata, si riduce ulteriormente giorno per giorno e non si intravede alcun segnale di inversione di tendenza.

Per questo l’associazione ritiene che in questo momento tutti gli sforzi vadano concentrati su un unico obiettivo: incrementare il numero dei parlanti, prima che sia troppo tardi (anche se è già molto tardi).

In quest’ottica, per il quarto anno consecutivo, in considerazione del successo riscontrato e delle significative ricadute in termini di apprendimento e uso della lingua da parte soprattutto di giovani, ripropone la scuola estiva di lingua grèka rivolta a quanti, locali o forestieri, vogliono avvicinarsi a questo straordinario mondo e alla sua cultura.

Si tratta di un corso intensivo di lingua greca di Calabria strutturato in 2 livelli (Principianti e Avanzato), rivolto, dunque, tanto a chi si avvicina alla lingua per la prima volta, quanto a chi ha già competenze linguistiche oltre che agli studiosi della materia che vogliono approfondire ulteriormente le loro conoscenze

Quest’anno, per il secondo anno, ci sarà anche una sezione dedicata ai bambini di età scolare.

Ogni giorno, inoltre, con il contributo di validi studiosi, saranno affrontate tematiche culturali inerenti alla realtà calabro-greca e saranno organizzate escursioni sul territorio grecanico.

Il corso è convenzionato con il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne (DICAM) dell'Università degli studi di Messina.  

La quota di iscrizione è di EURO 30,00.

N.B.: Ai richiedenti sarà rilasciato attestato di partecipazione per il relativo livello.  Il certificato dà diritto a CFU presso l’Università di Messina.     

 

L'indirizzo dove si terranno tutte le attività:

Centro Giovanile Padre V. Rempicci - Via Peripoli - 89035 Condofuri Marina  (RC) - Italy

                    

 iscriviti

 

programdef                 iscritti

 

Il Comune di Roghudi è stato protagonista, sabato 18 febbraio 2017, di un evento che ha destato molto interesse ed è riuscito a suscitare emozione,  partecipazione e tanta passione per la Lingua e la cultura dei Greci di Calabria.

L'evento ha impegnato gli organizzatori per l'intera giornata proponendo lo stesso programma in due momenti differenti: la mattina è stato dedicato agli studenti del plesso di Roghudi dell'Istituto Comprensivo "Bagaladi-San Lorenzo-Melito" i quali, accompagnati dalle insegnanti e dal Dirigente Scolastico Prof. Francesco Sclapari (presente anche nel pomeriggio), hanno seguito con molto interesse la programmazione; lo stesso programma è stato replicato alle 17:30 e ha coinvolto un pubblico vario, proveniente da diversi comuni dell'Area Grecanica con qualche gradita presenza anche dalla Piana di Gioia Tauro, da Cosenza e da Treviso.

Dopo un breve saluto da parte del Sindaco Pierpaolo Zavettieri, dell'Assessore alle Minoranze Linguistiche Lea Stelitano e una presentazione del programma da parte del Vice presidente dell'Associazione Ellenofona "Jalò tu Vua" Domenico Cuzzucoli, è stato proiettato il film-documentario "AGOSTINO: Un poeta nella Calabria greca" prodotto dall'Associazione Ellenofona "Jalò tu Vua" con la regia di Domenico Cuzzucoli e a seguire il cortometraggio "La scatola della stirpe" anch'esso prodotto dall'Associazione Ellenofona "Jalò tu Vua" con la regia di Alessandro Spiliotopoulos.

Il pubblico in sala ha seguito con molta attenzione le proiezioni appassionandosi e, in alcuni casi, commuovendosi per la forte presenza scenica e per le scene di vita e momenti di intrattenimento con greci e studenti da parte del compianto Agostino Siviglia, poeta greco-calabro che ha speso tutta la sua vita per il recupero, la valorizzazione e la promozione della Lingua e della cultura dei Greci di Calabria.

La seconda proiezione è stata apprezzata per la semplicità del racconto e per l'interpretazione in Greco di Calabria. I sottotitoli in Italiano hanno permesso a tutti di capire i dialoghi e gustarne il significato dei film.

Durante l'intervallo tra i due film il pubblico è stato intrattenuto da Salvatore Siviglia, uno degli ultimi Greci di Calabria e fratello di Agostino, che con le sue parole e attraverso la recita di alcune sue poesie è riuscito a coinvolgere ed emozionare un pubblico attento e appassionato.

Il successo e l'unanime apprezzamento dell'evento ha fatto si che gli amministratori del Comune di Roghudi abbiano espresso il desiderio di continuare in questa direzione programmando nel prossimo futuro altri momenti come questi e progettando alcune produzioni che possano rendere Roghudi (il cuore della Calabria greca) al centro di inziative e attività volte a valorizzare il patrimonio linguistico e culturale di cui detiene gran parte della sua richezza poetica ed espressiva. 

Ultime dal Blog

Contattaci

  • homeJalò tu Vua
  • phone+39 338 438 556 - +39 329 425 1166
  • mailjalotuvua(at)grecanica.com
  • mapVia Oratorio, 40 - Bova Marina (RC)
  •          Cod. Fisc. e P. IVA 92002650809

Seguici